24 agosto, 2006

L'Immigrazione


Il Ministro Paolo Ferrero risponde alla lettera di Beppe Grillo pubblicata sul suo post "Il tabù dell'immigrazione".




L’opinione di ernesto in merito:

Caro Ministro Ferrero permettimi di darti del tu visto che siamo coetanei anzi io sono più vecchio di una anno, ci tengo a sottoliare questo fatto perché probabilmente anzi sicuramente abbiamo vissuto lo stesso periodo sociopolitico Italiano…..
Dando per scontato questo passiamo ad una domanda…..Compagno Paolo,per quanto tempo ancora dovremmo sopportare la vostra politica Marxista Leninista populista….di persone non cresciute rimaste prigioniere di miti nostalgici??????
Vedi Compagno Paolo….traggo queste affermazioni anche da altre tue dichiarazioni in merito, Ti confesso che come elettore di centro sinistra da sempre sono rimasto deluso…di come voi ancora oggi in maniera cieca e populista propagandate idee delirianti come gli slogan inneggianti a FIDEL…( volente o nolente sei eletto per mezzo dei partiti e non ho sentito tue smentite in merito)
Stiamo pagando a caro prezzo l’alleanza con i partiti della sinistra radicale che rappresentano una minoranza ma pretendono di contare come una forza di maggioranza…è questo è il segno della codardia dei nostri leader di centro sinistra quelli che vogliono il partito Democratico vero.
Inoltre paghiamo lo scotto come elettori che gli eletti sono stati scelti dai partiti perché alcuni di voi gli elettori neanche sapevano che esistevano di conseguenza non potevano neanche conoscere i valori e le capacità individuali della persona.
Detto questo veniamo alla tua lettera compagno:

1) E’ necessario aumentare nettamente gli aiuti dei paesi “sviluppati” ai paesi più poveri, costruire una seria cooperazione - come Italia e come Europa - per favorire lo sviluppo sociale ed economico a partire dal Nord Africa.

CONCORDO RIBADISCO CHE IL PROBLEMA IMMIGRAZIONE E UN PROBLEMA EUROPEO E VA AFFRONTATO ALLA FONTE….MA GLI AIUTI DEVONO ESSERE RIVOLTI E EROGATI SE SI CREANO LE CONDIZIONI DI SVILUPPO CHE RISPETTANO LA RESPONSABILITA’ SOCIALE…..ALTRIMENTI SI CREANO CONDIZIONI DI LAVORO CHE CREANO UNA CONCORRENZA SLEALE NEI CNFRONTI DELLE IMPRESE EUROPEE CHE ANNO UNA LEGISLAZIONE CHE EMANCIPATA A TUTELA DEI LAVORATORI…..COMPAGNO PAOLO IN CINA NON SANNO NEAMCHE CHE COSA E’ LO STATO SOCIALE E I DIRITTI DEI LAVORATORI….

2) E’ necessario superare la legge Bossi Fini perché sostanzialmente questa legge non rende possibile l’ingresso legale degli immigrati in Italia e li costringe alla clandestinità e a diventare preda dei criminali che organizzano la tratta delle persone. Per poter entrare legalmente in Italia è infatti oggi necessario che un datore di lavoro italiano faccia richiesta nominativa al paese d’origine dell’immigrato. Non accade mai perché i datori di lavoro vogliono prima conoscere le persone e poi assumerle….

SONO PARZIALMENTE D’ACCORDO NEL SENSO CHE GLI IMMIGRATI POSSONO VENIRE IN ITALIA PER UN PERIODO DI 6 MESI ALLA RICERCA DI LAVORO….SE LO TROVANO POSSONO RIMANERE….( COSI ABBIAMO LA CERTEZZA CHE POSSONO CAMPARE ONESTAMENTE)

3 ) E’ necessario fare una lotta spietata alla malavita che organizza la tratta delle persone.
Agire e lottare per rimuovere le cause dell’ineguaglianza a livello mondiale non ci esime dal cercare di riportare nella regolarità quello che oggi avviene nella clandestinità. Trattare i migranti come persone e non come merci, garantire loro i diritti civili è la condizione anche per evitare che vengano utilizzati come manodopera a basso costo e affinché anche loro possano giustamente lottare contro lo sfruttamento e l’ingiustizia di questo mondo. Con immutata stima.

CONCORDO CON LA LOTTA ALLA CRIMINALITA’ SENZA LIMITI DI RISORSE.
L’INTEGRAZIONE E LA CITTADINANZA DEVE AVVENIRE DOPO UN PERIODO DI ALMENO 10 ANNI DI PERMANENZA CONTINUA NEL NOSTRO PAESE…NATURALMENTE DEVE ESSERE ASSOCIATA AD UNA BUNA PERMANENZA NEL SENSO CHE NON DEVI AVERE AVUTO PROBLEMI PENALI CON LA GIUSTIZIA DEL PAESE DOVE CHIEDI LA CITTADINANZA……
PIACCIA O NON PIACCIA LE VECCHIE LOGICHE DI DESTRA O SINISTRA SONO ORMAI INAPPLICABILI AI CAMBIAMENTI DELL’ATTUALE SOCIETÀ….UN ESSERE UMANO MANGIA TUTTI I GIORNI E SE NON LAVORA RUBA NELL’90% DEI CASI …. È UNA ESIGENZA PRIMARIA NUTRIRSI E VIVERE….

PS:
UN CONSIGLIO MINISTRO OGNI TANTO VADA NELLE FABBRICHE…..IN QUELLE CHE CHIUDONO SA QUELLE DI ALTA MODA O DEL TESSILE CHE SUBISCANO LA CONCORRENZA NON SOLO DELLA CINA MA ANCHE DEI PAESI DELL’EST EUROPA….PENSIAMO ANCHE A FARE L’EUROPA DEI PARI DIRITTI SALARIALI E DEI PARI DIRITTI DEI LAVORATORI…..MINISTRO NON VI SENTO MAI PARLARE DI QUESTE COSE PERCHE’????

NB: IL MAISCOLO E SOLO PER DIFFERENZIARE L’INTERVENTO DALLA LETTERA.

ernesto scontento 24.08.06 00:07

Approfondimenti:

http://immigrazione.wordpress.com

http://italy.indymedia.org

http://www.meltingpot.org

http://www.governo.it

******

Se il ministro Ferrero dopo essersi preso la Briga di scrivere a Beppe.....sapendo che la sua lettera veniva pubblicata, ora si prende anche la Briga di leggere i commenti.....da bravo ministro dovrebbe cambiare linea politica!!!!!!!!!
UN POLITICO SERIO DOVREBBE RENDERSI CONTO DELLA DISTANZA FRA LE SUE IDEE (DA VECCHIA SINISTRA MARXISTA LENINISTA) E QUELLE DEI CITTADINI....UN REFERENDUM SULL'IMMIGRAZIONE OGGI RESTRINGEREBBE I CORDONI DELLA BOSSI FINI ALTRO CHE APRIRLI......
Si Informi Ministro lei e il suo partito mi avete fatto pentire di aver votato anche questa volta centro sinistra ( se lei viene da D.P. io vengo dal P.C.I. Compagno pero cresci dai retta )
IN ITALIA MINISTRO LA DISOCCUPAZIONE AUMENTA…..COME MAI??????

Approfondimenti:

http://www.pane-rose.it

http://www.istat.it

ernesto scontento 24.08.06 09:08

******

BERTINOTTI TU E I TUOI MINISTRI SIETE LA ROVINA DELL'ITALIA.....DEL RESTO SU CHI NEGA NEL 2006 CHE CUBA E SOTTO LA DITTATURA DI FIDEL...COSA TI VUOI ASPETTARE....SE NON MENZOGNE POPULISTE!!!!!

FERRERO UN CONSIGLIO GLI IMMIGRATI MANDATELI TUTTI A CUBA CI PENSA FIDEL A CONVERTIRLI IN FORZA LAVORO....

SIETE LA ROVINA DELL'ITALIA....ERAVATE DEMAGOGHI E ESTREMISTI IN PASSATO IMPONENDO LE VOSTRE IDEE ANCHE SE ERAVATE UNA MINORANZA E ORA CERCATE DI ATTUARE IL VOSTRO IDEALISMO POPULISTA (FERRERO VIENE DA DEMOCRAZIA PROLETARIA)


APPROFONDIMENTI:

http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Ferrero

Paolo Ferrero- Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paolo Ferrero (nato a Pomaretto, TO, 17 novembre 1960), è un uomo politico italiano, attuale Ministro della Solidarietà Sociale (dal 17 maggio 2006).
Biografia
Vive i suoi primi anni a Chiotti in Val Germanasca, una contrada di appena 100 abitanti, dove frequenta le scuole elementari, i primi due anni nelle pluriclassi. Poi si trasferisce a Villar Perosa, la cittadina della Famiglia Agnelli.
A 17 anni si iscrive a Democrazia Proletaria (DP), partito politico della Nuova Sinistra, nei cui organismi dirigenti entrerà negli anni successivi. Dopo essersi diplomato all'Istituto tecnico industriale inizia a lavorare come operaio, nel 1978, allo stabilimento FIAT del Lingotto, dove distribuisce volantini e si occupa del bollettino operaio.

http://it.wikipedia.org/wiki/Democrazia_Proletaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Democrazia Proletaria (DP), era un partito politico italiano di estrema sinistra, nato come coalizione elettorale.

ernesto scontento 24.08.06 09:22

******

L'Italia sta pagando un prezzo troppo alto per mandare a casa Berlusconi.......

CARI COMPAGNI....ALLE RIUNIONI DELL'ULUVO LA PAROLA D'ORDINE ERA MANDIAMO BERLUSCONI A CASA E POI SI DISCUTE......
MA QUANDO DISCUTIAMO E DOVE????????
I PARTITI MODERATI ANNO MESSSO IL GOVERNO IN MANO AI MARXISTI LENINISTI.....E POI DICEVANO CHE ERA BERLUSCONI LA ROVINA DELL'ITALIA.....MA IO COMINCIO AD AVERE GROSSI DUBBI....SECONDO ME SE BERLUSCA E INCIUCIATO VOI SIETE INCAPACI.....E FALSI STATE FACENDO COSA VI PARE SENZA IL MINIMO CONTATTO CON GLI ELETTORI.....MA IL PEGGIO E' CHE CREDETE ANCHE DI AVERE RAGIONE....

ernesto scontento 24.08.06 09:36

******

X Ernesto Scontento delle 9:22

Rif. Antonio De Franco delle 9:16
Dove lo mettiamo il monumento per "Ferrero" a villar vattelapesca o a canicattì?
Ma hai proprio tempo da perdere!
La risposta di Ferreno è stupida in quanto un ministro che non parla da ministro ma parla da legislatore e antropologo si giudica da sè.
Ma è stato più stupido il moderatore a fare un post del commento di sto Ferrero, ministro, che andava inserito come tutti gli altri commenti.
De Franco Antonio 24.08.06 09:35

Ti seguo male…….ma ci provo

X Il monumento non vale neanche la pena spendere i soldi.. casomai mandiamolo a lavorare….
La risposta e stupida perché un ministro quando risponde deve dire cose vere…e dare soluzioni applicabili…..nell’interesse dei cittadini italiani…
La scelta di Beppe….e discutibile ma vedila come un incoraggiamento ai blogger come dire scrivete che vi leggono…
Sono in Ferie quindi il tempo lo devo passare in qualche maniera!!!!!!


ernesto scontento 24.08.06 09:50

Recepito.
Non ci resta che sperare che persone come Ferrero sappiano leggere!
Saluti e buone ferie.
Antonio de Franco
Antonio De Franco 24.08.06 10:03

*****

buongiorno

ma ripensandoci bene... se uno lo mettono a un ministero che si chiama "solidarietà sociale". che caxxxxxo ci aspettiamo che dica?
voglio dire che il problema è proprio questo ministero. che vuol dire "solidarietà sociale"? è un'espressione fumosa, astratta, indeterminata, ambivalente, non pragmatica, sconfinata.... insomma, potrei continuare per ore, e potete continuare anche voi, a trovare altri aggettivi negativi e non.
cioè della "solidarietà sociale" tout court se ne dovrebbe occupare la chiesa, tanto per citare qualcuno.
la solidarietà sociale, senza virgolette, dovrebbe essere l'obbiettivo principale di TUTTA l'azione politica, o no?

@ liliana pace 24.08.06 09:59

liliana mi aspetto che dica cose vere e realistiche......anche vorrei fare questo ma non si può mancano i fondi...perlomeno fa una denuncia
se come dici tu si occupa di solidarieta sociale...
Si L'azione politica soprattutto di centro sinistra deve essere verso uno stato sociale giusto ed ecquo, qui non ci piove....ma attenzione in primis rivolto verso di noi in quanto cittadini elettori e mandatari del mandato politico....dopo senza egoismi e fin dove e possibile si fa solidarietà sociale....
liliana questi stanno facendo demagogia in Italia il lavoro manca agli Italiani...e non è vero del tutto che non voglio fare certi lavori...e vero che non vogliono cogliere i pomodori o fare le badanti...o altri lavori saltuari (colpa nostra come genitori) ma da qui a dire che siamo vagabondi c'è ne corre....
Comunque ricordati che più aumenta la richiesta di lavoro e più diminuisce il suo valore intrinseco...pensaci bene.
L'immigrazione deve entrare per lavorare su chiamata...magari dando all'immigrato un periodo di permanenza di 6 mesi in italia per cercare lavoro..dopo se lo trova rimane ma finche lavora...è non e vero come dice ferrero che cosi e sotto ricatto dell'imprenditore mica siamo negrieri...e lui che se fuso il cervello con Marx...


ernesto scontento 24.08.06 10:1

ma sì. lo sai che le mie sono provocazioni, perchè purtroppo non ho ricette in tasca da dispensare, dovrei essere io prima degli altri ad esserne sicura.
cerco solo di stimolare punti di vista differenti. quello che volevo rimarcare (d'accordo, lo so che è stato per dare una sistemazione politica a tutte le anime della coalizione) è che potevano creare un'istituzione più, come posso dire, pratica, con compiti specifici, con i piedi per terra anche nel nome. così com'è ci si può mettere tutto, o il contrario di tutto, cioè niente
liliana pace 24.08.06 10:34

******


Nella lettera del ministro si cerca di spiegare come ormai l'Italia sia diventata una terra che viene vista come il luogo dove costruirsi una vita dignitosa e un futuro per i propri figli da masse di persone che non hanno avuto la fortuna di nascere in un paese dove se hai fame, mangi. E parecchi ci stanno riuscendo.Volenti o nolenti è così. Non è colpa né nostra né loro.
Oltretutto abbiamo necessità di manodopera e limitare le quote di ingresso al di sotto di questa necessità è una scemenza. Infine c'è una criminalità che prospera sul traffico illegale di clandestini che va stroncata. Sono ovvietà, ma non è né fumo negli occhi né politichese.
Chiaramente quando si decide di sprecare tempo argomentando alle teste di membro(sennò mi censurano), si ricevono risposte dove si cita Cuba, Stalin , la santissima trinità o, al limite, si dice di usare le cannonate. Ora a parte il fatto che è un reato e che la legge morale degli uomini d mare impone loro di soccorrere la gente in pericolo, vi sfido, TESTE DI MEMBRO, a trovare un solo ufficiale della nostra Marina Militare disposto a ordinare di sparare a un gozzo pieno di gente, e un solo marinaio che gli obbedisca.

@ Andrea Brizzi 24.08.06 10:31

Scusa ma dove vedi tu che siamo una terra ricca e piena di risorse?????
Certo possiamo dare lavoro in alcuni settori dove noi Italiani non ci sentiamo gratificati questo si…..
Ma siamo anche il paese che chiude le fabbriche per la concorrenza cinese e la concorrenza dei paesi dell’est Europa ( fai una ricerca sul settore tessile e calzaturiero e poi fammi sapere ma prendi un tranquillante perché ti spaventi) In Toscana chiudono fabbriche con 100/400 dipendenti alla volta…la Piaggio a dirottato il terziario in Cina.. chi rimane senza lavoro quando è fortunato viene ricollocato in aziende piccole con tutta la precarietà intrinseca alla tipologia dell’impresa….
Quindi e segno evidente che non siamo terra di manodopera a basso contenuto tecnico…salvo eccezioni.. lavori stagionali, badanti e edilizia quest’ultima peraltro viste le recenti norme e il lungo periodo di crescita e in attesa di una recessione imminente.
Quindi il problema immigrazione va anche affrontato tenendo presente le possibilità reali che una nazione può offrire senza Demagogia ma con forti dosi di realismo.
Va tenuto presente anche il fattore sicurezza…anche gli immigrati mangiano per vivere e se non lavorano cosa fanno…..fanno quello che fanno anche tanti Italiani Rubano…ma anche qui va detto che se abbiamo un male non e accentuandolo che lo risolviamo il problema.
Fammi sapere in quale paese vivi perché io tutto questo benessere non lo vedo in Italia…anzi secondo me ( ma anche secondo tanti economisti) noi non cresciamo come il resto dell’europa proprio perché produciamo prodotti a basso valore tecnologico e quindi facilmente aggredibili dalla concorrenza dei paesi sopra menzionati.
Detto questo ci vorrebbero i cervelli casomai…MA QUELLI NOI GLI ESPORTIAMO SE NON LO SAI….C’E’ LI RUBANO ALL’ESTERO!!!!!
Quindi senza retorica non e questione di lotta Marxista ma di inadeguatezza dello strumento Marxista per la lettura della società attuale.


ernesto scontento 24.08.06 11:33

Links to this post:

Crea un link

<< Home